Posted on

Bocchetta Maria Lina

Sono nata ad Arona, ove vivo e risiedo con mio Marito. Dopo il diploma magistrale presso l’Istituto “Marcelline” di Arona, mi laureo in Lingue e Letterature Straniere all’Università Commerciale “L. Bocconi” di Milano, con tesi di letteratura Anglo-Americana: “Theodore Dreiser’s Early Novels” (“I primi romanzi di Theodore Dreiser”).
Contemporaneamente agli studi universitari, seguo i corsi quadriennali di lingua Inglese e Tedesca, diplomandomi Interprete –Traduttrice di Inglese e Tedesco presso l’Institut des Hautes Études d’Interprétariat (Scuola Interpreti e Traduttori) – Milano.
Tesi finale per la lingua Inglese, traduzione dall’Inglese in Italiano di The Growth of Understanding in the Young Child – A Brief Introduction to Piaget’s Work (Lo Sviluppo Intellettivo nel Bambino – Breve introduzione all’opera di Piaget), autore: Nathan Isaacs, membro della British Psychological Society e della Aristotelian Society.
Per la lingua Tedesca, la tesi riguarda la traduzione dal Tedesco in Italiano di Das Reich: Ein Vorbelasteter Begriff? (Il “Reich”: un Concetto Vittima di Pregiudizi?), autore: Walter Fuernrhor, docente di Storia Contemporanea e di Scienze Politiche presso la Scuola Superiore di Pedagogia – Monaco.
Subito dopo la laurea, vincitrice di una borsa di studio nel quadro degli scambi culturali tra il Ministero degli Affari Esteri Italiano ed il Ministero degli Esteri Maltese, posso frequentare un corso di Letteratura Inglese presso l’Università de La Valletta (Malta).
Ordinaria di Lingua e Letteratura Inglese presso Istituti Secondari Superiori, in Arona ed altre città della Provincia di Novara, (ora in congedo), mi dedico (al presente solo saltuariamente) ad attività di traduttrice.
Ho collaborato con una rivista mensile locale, Il Sancarlone, alla pagina della cultura, con una serie di articoli dal titolo “Luoghi del Lago Maggiore nella Letteratura Italiana e Straniera” e “Donne del Risorgimento sul Lago Maggiore”.
Inizio a scrivere poesie dai tempi dei miei soggiorni in Germania ed Inghilterra per studio. Compongo versi per superare la nostalgia della mia lingua madre, non potendo comunicare in Italiano. I miei versi rimangono nel cassetto sino al giorno in cui, incoraggiata soprattutto da mio Marito, invio i miei componimenti a concorsi letterari, curiosa di vedere come vengano valutati dalle varie giurie letterarie.
Da ormai una decina di anni i miei componimenti ed anche i miei racconti brevi conseguono lusinghieri risultati e sono per me stimolo ed incoraggiamento a continuare.
Il “mio lago”, le sue atmosfere e i suoi paesaggi sono la fonte primaria della mia ispirazione poetica e lo sfondo ai miei racconti.
Condivido la teoria pascoliana del “fanciullino”, e con grande soddisfazione, al Concorso Nazionale di Poesia “Giovanni Pascoli- L’Ora di Barga” ho ricevuto il Premio Speciale “Il Fanciullino” per la mia poesia “I Luoghi del Sogno” (ottobre 2018).
Oltre a Pascoli, tra i poeti che prediligo vi è William Wordsworth, in particolare per quanto dice circa il fanciullo: “The Child is Father to Man”(“Il Bambino è padre dell’Uomo”). Del poeta romantico inglese condivido altresì quanto espresso nella sua Prefazione alle Lyrical Ballads: “Poetry is emotion recollected in tranquillty” (“Poesia è emozione rivissuta in tranquillità”): versi che rievocano emozioni possono nascere solo nella tranquillità di spirito.  

Informazioni sull’autore

[Maria Lina Bocchetta]