Passaggi evolutivi

12,00

Formato: Libro cartaceo pag. 160

Autore: Rocco Zappia

Note sull’autore

 

COD: ISBN: 978-88-5539-165-8 Categoria: Tag:

Descrizione

Ispirato da un sogno a cui fa seguito un evento realmente accaduto – l’autore cade dalla bicicletta ed è costretto a fermarsi fisicamente per qualche tempo –, il libro tratta di passaggi esistenziali, momenti difficili nella nostra vita che ci costringono a ripensare e a riorientare il nostro cammino vocazionale, a guardare la realtà con occhi nuovi chiedendoci chi siamo e cosa dobbiamo fare. Spesso per capire bisogna riposare, rivedere, ricercare, riflettere, riconsiderare e, in ultima analisi, ricapitolare tutto in Cristo. Il termine risurrezione indica proprio questo ritorno alla vita, a un nuovo inizio come fece Abramo uscendo dalla sua terra e come ha fatto Gesù Cristo che, risorgendo, ci indica l’ultimo passaggio dalla terra del peccato alla terra della grazia.

INCIPIT

L’idea di scrivere questo libro l’ho concepita in un giorno di marzo quando, un vento gagliardo strappa con potenza il recinto appena costruito, il muro di cinta del mio giardino. Il forte vento ha frantumato ed abbattuto il recinto costruito il giorno prima sul terrazzo ed ha spazzato via tutto. Nella stessa notte faccio un sogno in cui mi vedo cadere con la bici che si frantuma in mille pezzi, forse la forza dello Spirito vuole frantumare la mia testardaggine?

Sto forse camminando sulla strada sbagliata? Due mesi dopo il sogno cado realmente dalla bici che si rompe, insieme a due costole. Sto bloccato per un mese. Fermo fisicamente, sono adesso costretto a ripensare e riorientare il mio cammino vocazionale. Dopo questo incidente ho capito che bisogna fermarsi per riflettere meglio. Bisogna fermarsi ogni tanto per ricapitolare in Cristo tutta la nostra vita. E leggerla secondo la sua “sapienza”.

 

Non doveva forse soffrire prima di entrare nella sua gloria?” dice Gesù ai due amici diretti a Emmaus! “Ma i loro occhi erano incapaci di riconoscerlo.” (Luca 24, 16). Dobbiamo imparare a vedere con “occhi nuovi” la realtà quotidiana, dobbiamo vedere Dio in mezzo a noi, a cominciare dalle “relazioni” umane, dalle persone che incontriamo. Dobbiamo imparare a vivere la vita come un continuo ricominciare, un continuo inizio. È ora di ricominciare e, soprattutto, di agire e camminare per la strada decisa da Dio per noi. Ma quale è questa strada? Come fare a capire quale è la volontà di Dio per me? Ma cosa vuol dire ricapitolare la nostra vita in Cristo?

Ricapitolare, riposare, rivedere, ricercare, leggere, studiare, rivisitare, riflettere, rivalutare, riconsiderare, tutto quello che comprende un RI evoca il ritorno, e quindi una conversione. La ricapitolazione può portarci indietro in una situazione del passato, in modo che possiamo rettificare i suoi effetti, il che porta ovviamente all’interno di noi stessi. Solo lì possiamo vedere la relazione tra il mondo interiore dell’anima ciò che si è manifestato nella vita, la realtà in cui ci troviamo. Con la ricapitolazione è bene rivedere molti aspetti della nostra vita, prima di prendere decisioni drastiche o cambiare lavoro, relazioni o altro. Ricapitolare vuol dire revisione e non azione.[1]

Quando attiviamo questo tempo di ri capitolazione potremmo notare come persone del passato riappaiono – vecchi amici, ex partner, colleghi etc. Gioite di queste riconnessioni e riflettete su quello che significano per voi, tenendo a mente che non è necessariamente una brutta cosa che siano riapparsi.

[1] Lo psichiatra Giovan Battista Cassano, partendo dal presupposto che l’evoluzione della specie è prioritaria rispetto alla sopravvivenza del singolo, sostiene che “vi sono due “tipi” umani prevalenti: quella conservatrice e quella innovativa. La prima se pure può introdurre elementi di creatività lo fa prioritariamente per applicare al meglio quanto già esiste, tutt’al più a migliorarlo. La seconda categoria umana invece, minoritaria rispetto alla prima, è predisposta a creare risposte nuove ribaltando gli schemi e rompendo le regole.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Passaggi evolutivi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.